Lo sgombero di CasaPound: finalmente qualcosa si muove?

Sembra che, da qualche giorno a questa parte, a Roma stia spirando una piacevole brezza fresca di novità. Sarà iniziata la campagna elettorale? Non lo sappiamo, fatto sta che la giunta Raggi sembra essersi finalmente svegliata dal torpore che ha contraddistinto questi quattro anni di sostanziale NULLA.

Lo sgombero di Casapound è quasi un atto dovuto per una amministrazione che ha fatto della legalità uno dei suo cavalli di battaglia. Eppure è un intervento che, a Roma, significa moltissimo. Un intervento assolutamente non scontato, che nessuno prima aveva avuto il coraggio di pianificare e mettere in pratica. Un tabù finalmente sfatato.

Sembra quasi logico e naturale che sia stato un Movimento fuori dalle logiche di schieramento a farsi carico di questo onere. Eppure in pochi si aspettavano un lieto fine in questa vicenda. Per un volta, possiamo dirci felicemente sorpresi.

Ora però ci attendiamo un nuovo slancio, un colpo di reni, per provare almeno in parte a riscattare una consiliatura fin qui imbarazzante, condita da dilettantismo e totale immobilismo. Al di là di questo coupe de theatre, serve discontinuità e un cambio di marcia netto. Possiamo ancora aspettarci qualcosa da questa consiliatura così avara di soddisfazioni? Non è mai troppo tardi…

Visits: 2191

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *