L’affaire Maximo al Laurentino: ennesima prova di cattiva gestione!

Il nuovo centro commerciale Maximo, sulla Laurentina

A fine ottobre dovrebbe aprire il nuovo centro commerciale Maximo, sulla Laurentina. Opera discussa, bloccata per anni a causa dell’affaire Parnasi (con il rischio che diventasse l’ennesima cattedrale abbandonata nel deserto), quindi magicamente risorta e arrivata a completamento. Ebbene, nemmeno il tempo di comunicare la data ufficiale di inaugurazione e di colpo il Comune e il Municipio si svegliano dal torpore, accorgendosi che mancano delle opere accessorie al progetto non ancora realizzate dalla ditta incaricata dei lavori. In particolare, un ponticello pedonale e un edificio da adibire a nuova sede di uffici municipali. Si arriva così a ipotizzare una decisione folle, demente, insensata, assolutamente idiota: il rinvio sine die dell’inaugurazione. Così, de botto. Senza senso. Contratti già stipulati, locazioni già avviate, migliaia di posti di lavoro, tutto bloccato, perchè il costruttore non ha adempiuto ai suoi compiti. E che colpa ne hanno i brand che hanno affittato i locali commerciali? Che colpa ne hanno i ragazzi che hanno passato le selezioni e che aspettano con ansia di iniziare finalmente a lavorare? La colpa è solo ed esclusivamente del Comune e del Municipio! Era compito loro vigilare sul corretto andamento dei lavori, e chiedere conto per tempo del rispetto dei patti! Hanno costruito un gigante sotto il loro naso, e non si sono MAI accorti, se non alla fine, che qualcosa non andava! Complimenti! Ecco come il Municipio conosce il territorio che dovrebbe amministrare! Mettetevelo bene in testa: non si può far pagare la vostra cattiva gestione a chi non ne è responsabile! Non si può chiudere il recinto ora che i buoi sono scappati! Ma con quale faccia tosta? Abbiamo a che fare con dei dilettanti allo sbaraglio!

Visits: 358

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *